Tratta 29: Ventimiglia - Grimaldi

Tabella dati per tratta

Lunghezza complessiva 7,7 km
Tempo di percorrenza 3h 30m
Dislivello in salita 160 m
Dislivello in discesa  160 m
Percentuale sentiero su fondo naturale  12 %
Percentuale sentiero su asfalto  26 %
Percentuale sentiero su lastricato 63 %

Area download

GPX file Tratta 29: Ventimiglia- Grimaldi
IM_T29.gpx
File GPS eXchange 23.3 KB
KML file Tratta 29: Ventimiglia- Grimaldi
IM_T29.kml
Google Earth Placemark 6.0 KB

Descrizione generale della tratta

Dopo aver attraversato il centro antico di Ventimiglia il percorso prosegue lungo l'Aurelia. I marciapiedi rendono comunque agevole e confortevole il cammino che bordeggia il mare. Arrivati in località Latte il sentiero lascia la strada principale per attraversare il quartiere di molte ville e giardini segreti costieri. Si arriva ben presto ad attraversare i famosi giardini di Villa Hanbury per poi raggiungere le cale ghiaiose e le coste alte dei Sassi Rossi di Grimaldi. Da qui il confine dista solo poche centinaia di metri.

Breve descrizione dei punti di interesse storico culturali

Cattedrale dell'Assunta

Dalla complessa e antichissima storia che sembra risalire ad un'epoca pagana, l’attuale complesso architettonico risale al XI e il XII secolo. Del XIII secolo sono il portale, ad arco acuto, le tre absidi (una maggiore e due minori) e il presbiterio, con il tiburio di forma ottagonale, mentre il tetto sarà sostituito con volte a botte sostenute da semi colonne e pilastri in stile romanico. 

 

Museo Preistorico dei Balzi Rossi

L’attuale allestimento, completato nel 1994 grazie all’ampliamento degli spazi espositivi ottenuto con la costruzione del nuovo edificio museale, si inserisce in un percorso integrato di visita del Museo e dell'area archeologica.  Sul retro della nuova costruzione è tuttora visibile la stratigrafia incontrata nel corso dei lavori e scavata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria con la collaborazione di M. Cremaschi (1990-1992). 

Breve descrizione delle principali aree naturali di interesse

Giardini Botanici di Villa Hanbury

I Giardini botanici Hanbury sorgono sul promontorio della Mortola e coprono un totale di 18 ettari. Il parco è anche attraversato da un tratto dell'antica strada consolare via Julia Augusta. I giardini furono realizzati a partire dal 1867, grazie alla passione dal viaggiatore e commerciante di Sir Thomas Hanbury che decise di stabilirsi sulla costa ligure. Il 1º giugno 2006 è stata presentata all'UNESCO la candidatura alla lista dei patrimoni dell'umanità.

 

SIC marino e terrestre di Capo Mortola

La parte marina del SIC è suddiviso in tre subsiti caratterizzati da prateria di Posidonia oceanica. La biodiversità della zona è particolarmente elevata grazie alla presenza di zone rocciose intervallate da zone sabbiose. La parte terrestre del SIC interessa un tratto di costa che, pur trovandosi in un ambito antropizzato, presenta bei lembi di vegetazione naturale. Comprende, inoltre, i Giardini Botanici Hanbury, di fama internazionale.