Tratta 27: Taggia - Sanremo

Route 2.853.530 - powered by www.wandermap.net

Tabella dati per tratta

Lunghezza complessiva 13,5 km
Tempo di percorrenza 4h 30m
Dislivello in salita 415 m
Dislivello in discesa  434 m
Percentuale sentiero su fondo naturale  5.5 %
Percentuale sentiero su asfalto  82 %
Percentuale sentiero su lastricato 12 %

Area download

GPX file Tratta 27: Taggia- Sanremo
IM_T27.gpx
File GPS eXchange 61.5 KB
KML file Tratta 27: Taggia- Sanremo
IM_T27.kml
Google Earth Placemark 14.8 KB

Descrizione generale della tratta

Dal centro di Taggia il percorso procede verso il mare risalendo coltivi a fasce e campagne piacevolmente ben tenute ed armoniose. Siamo in breve tempo a Bussana Vecchia, borgo di grande bellezza paesaggistica e ricco di storia. Da questo centro che merita una visita per la frizzante atmosfera artistica che ha ridato vita al paese il percorso ridiscende verso Sanremo innestandosi alla ciclopedonale costiera che ci isola dal traffico cittadino lasciandoci solo il piacere ed i confort di una passeggiata lungomare.

Breve descrizione dei punti di interesse storico culturali

Convento dei Domenicani a Taggia

Il complesso, che fu il principale centro di cultura per ben tre secoli, è posto prima di entrare nell’abitato e domina la piana sottostante. Di particolare interesse sono le sale interne del refettorio, la libreria e il complesso museografico che conserva 34 opere di pittura e scultura, tra cui le opere del Macario, Francesco e Ludovico e Antonio Brea.

 

Bussana Vecchia

Borgo medioevale dalla tipica struttura a pigna, è circondata da castagneti, pini e macchia mediterranea. Fondata in epoca romana, Bussana ha subito diverse vicissitudini tra invasioni longobarde e saracene, prima di essere distrutta dal terremoto del 1887. La Bussana vecchia però rinasce negli anni ‘60 grazie alla presenza di artisti, soprattutto stranieri, che l'hanno ripopolata ed ora trasformata in un importate centro turistico.

 

Cattedrale di San Siro

La chiesa di San Siro a Sanremo è sorta sui resti di una piccola chiesa paleocristiana. L'odierna chiesa romanica venne edificata nel XII secolo e successivamente ristrutturata in epoca barocca e dopo il 1745. Ciò che oggi si mostra al visitatore è un complesso intreccio di epoche e rimaneggiamenti con stili differenti e un notevole patrimonio di opere.