Tratta 23: Albenga - Andora

Route 2.893.977 - powered by www.wandermap.net

Tabella dati per tratta

Lunghezza complessiva 19 km
Tempo di percorrenza   5h 45m
Dislivello in salita 870 m
Dislivello in discesa  867 m
Percentuale sentiero su fondo naturale  69 %
Percentuale sentiero su asfalto  31 %
Percentuale sentiero su selciato  0 %
Percentuale sentiero su altro tipo di fondo 0 %

Area download

GPX file Tratta 23: Albenga- Andora
Tratta23_Albenga-Andora.gpx
File GPS eXchange 556.9 KB
KML file Tratta 23: Albenga- Andora
Tratta23_Albenga-Andora.kml
Google Earth Placemark 129.2 KB

Descrizione generale della tratta

Percorso di crinale molto panoramico che si snoda tra Albenga ed Andora passando sopra gli abitati di Alassio e Laigueglia ai quali, volendo, si può giungere scendendo per uno dei numerosi sentieri che si incontrano sul percorso. Nelle belle giornate si può apprezzare sia la costa ed in particolare l’isola Gallinara, sia le Alpi marittime che fanno da sfondo volgendo lo sguardo a nord.

Breve descrizione di alcuni punti di interesse storico culturale

Albenga

Albingaunum o "città delle cento torri". Albenga è sempre stata un centro piuttosto importante del ponente ligure. Importante municipio romano prima, comune medioevale poi. Particolari sono le torri che la caratterizzano e a cui deve il soprannome. Oggi non sono più cento ma sono piuttosto numerose. Furono edificate per lo più nel XIII secolo come simbolo della potenza della casa nobiliare a fianco alla quale venivano costruite. Oggi Albenga è il secondo Comune della Provincia di Savona e deve la sua importanza alle produzioni agricole e floricole. Moltissimi i prodotti che hanno ottenuto importanti certificazioni (IGP, DOP, DOC).

 

Madonna della Guardia

Questo Santuario Mariano si trova in posizione dominante rispetto ad Alassio ed alla costa Inizialmente qui si trovava un castello con torre di guardia al quale fu aggiunta una Cappella intorno al 1200. A seguito dei sempre più numerosi pellegrinaggi nel 1600 circa fu deciso di ampliare la struttura che venne poi nominata Madonna della Guardia. Ampliamenti ed interventi di restauro furono eseguiti anche in anni successivi, ma nel 1960 vennero praticamente cancellati i resti dell'antico castello.

 

Colla Micheri e Tor Heyerdahl

Piccolissimo borgo medioevale, è costituito da una piazzetta sulla quale si affaccia la chiesa e da poche case di pietra. In questo caratteristico borghetto, aveva trovato un rifugio “di tranquillità” l’etnologo ed esploratore norvegese Thor Heyerdahl. Egli arrivò nel 1958 e si innamorò del luogo; comprò alcune case e le ristrutturò portando il borgo allo splendore attuale. Egli stesso visse in una di queste case e qui morì il 18 aprile 2002. Dalla piazzetta del paese è possibile seguire il sentiero che porta al punto panoramico in cui sorge un monumento dedicato a Thor Heyerdahl.

Breve descrizione delle principali aree naturali di interesse

Isola Gallinara

L’isola, distante 1,5 Km dalla costa deve il suo nome alle galline selvatiche che la popolavano. Vi si trova un monastero fondato dai monaci colombiani e che in seguito passò ai monaci benedettini. Durante la seconda guerra mondiale fu occupata dai tedeschi e ancor oggi vi si trovano due gallerie scavate dai prigionieri di guerra. Oggi l’isola ed i suoi fondali costituiscono una riserva naturale regionale. Grazie ai diving center locali è possibile effettuare immersioni per ammirarne le bellezze sommerse.