Tratta 14 variante: Acquasanta - P.sso della Gava - Arenzano

Tabella dati per tratta

Lunghezza complessiva 29 km
Tempo di percorrenza 11 h
Dislivello in salita 1298 m
Dislivello in discesa  
Percentuale sentiero su fondo naturale  81%
Percentuale sentiero su asfalto  15%
Percentuale sentiero su selciato 4%

Area download

GPX file tratta 14 variante: Acquasanta- Arenzano
GE14.cpg.txt
File di testo 5 Bytes
KML file tratta 14 variante: Acquasanta- Arenzano
GE_T14.kml
Google Earth Placemark 361.6 KB

Descrizione generale della tratta

Questa tappa del Sentiero Liguria parte da Acquasanta per giungere alla bella cittadina costiera di Arenzano. Il percorso, piuttosto lungo (circa 20 km), si snoda lungo antiche mulattiere e panoramici sentieri, con un dislivello totale di circa 1000 metri, toccando Voltri, quartiere dell’estremo ponente genovese, il pittoresco borgo di Crevari ed inoltrandosi nel territorio del Parco Regionale del Beigua, l’area naturale protetta più vasta della regione Liguria e riconosciuto dal 2005 come Geoparco Europeo e Mondiale sotto l’egida dell’UNESCO.

Breve descrizione dei punti di interesse storico culturali

Crevari

Durante il periodo natalizio il borgo di Crevari è caratterizzato dal celebre presepe meccanico allestito nel salone parrocchiale. Il borgo di Crevari è dominato dalla chiesa di S.Eugenio, Intorno alla chiesa tutto il paese sembra stringersi per non scivolare in mare, le costruzioni scendono a picco sul golfo di Voltri e seguono la conformazione della collina. Ma il fascino di Crevari è legato anche alla tradizione culinaria: le focaccette tipiche del borgo sono una vera e propria prelibatezza, vengono talvolta accompagnate con salumi e sono semplicissime da preparare.

 

Villa Negrotto Cambiaso

All'interno dell'ampio parco, realizzato nel 1880 su progetto dell'architetto Luigi Rovelli per volere della marchesa Luisa Sauli Pallavicino, nel 1931 venne inaugurata la serra monumentale in stile Liberty fatta realizzare dalla marchesa Matilde Negrotto Cambiaso. Oggi la serra ospita periodicamente eventi culturali e mostre d'arte Il parco fu ideato come insieme di elementi visivamente relazionati.

 

Il Santuario Basilica del S. Bambino di Praga

La Casa religiosa dei Carmelitani scalzi viene fondata nel 1889 quale punto di appoggio nel cammino tra i conventi genovesi ed il Deserto di Varazze. Nel 1900 all'interno della chiesetta del Convento venne collocato un quadro raffigurante Gesù Bambino di Praga, successivamente sostituito da una statua dello stesso Gesù Bambino solennemente incoronata, nel 1924, con una corona benedetta da Papa Pio XI. Il crescente afflusso di pellegrini portò ad un ampliamento del santuario, consacrato "basilica minore" nel 1928.

Breve descrizione delle principali aree naturali di interesse

Il Parco Naturale Regionale del Beigua

In un territorio ricco di contrasti come la Liguria, stretta tra le montagne ed il mare, il Parco del Beigua - il più vasto parco naturale regionale della Liguria - costituisce uno spaccato esemplare della regione ove è possibile trovare, nel percorrere tratti anche di breve sviluppo, ambienti e paesaggi decisamente diversificati: uno spettacolare balcone formato da montagne che si affacciano sul mare dove natura, storia, cultura e antiche tradizioni costituiscono elementi di

straordinario pregio ed interesse.

 

La migrazione dei Rapaci nei settori sud orientali del Parco del Beigua

Per tutta la primavera e per la prima metà dell'autunno il Parco del Beigua riceve la "visita" di migliaia di Uccelli migratori; lo spettacolo che va in scena è semplicemente grandioso. I rapaci diurni e le cicogne sono gli uccelli che maggiormente colpiscono l'immaginario collettivo ma l'area protetta è interessata anche da un imponente flusso di passeriformi. In questi periodi decine di appassionati birdwacher si recano nella Valle del Lerone per assistere alla migrazione dei rapaci.